Lettori fissi

mercoledì 5 dicembre 2018

Recensione per Doris J. Lorenz con 'Colpevole'

Uscito la scorsa estate, sono riuscita a leggerlo solo ora.
Sapete come si dice per il buon vino? 'Attendere non fa che intensificare il suo sapore e profumo'.
Ebbene ciò è accaduto anche per questo libro che non ha atteso invano...


Autore: Doris J. Lorenz
Editore: selfpublishing
Prezzo: € 0.99 in ebook
Pagine: 133
Genere: Thriller


Trama


Sara è un'assassina?
Tutti sembrano crederlo.
Prove, occasione e movente sono contro di lei.
Quando Sara viene interrogata sulla scena del crimine è confusa, non ci sono testimoni sul ponte pedonale che attraversa il Nymphenburg-Biedersteiner Kanal dove lei sostiene di aver assistito all'omicidio di Giulia Solari: la sua migliore amica. Sara non avrebbe mai potuto ucciderla, ma David Weber e Claudia Baumann, i due detective della omicidi di Monaco, non la pensano così.
Sara aveva creduto che la decisione di trasferirsi a Monaco con Giulia, sarebbe stata una svolta positiva per la sua vita: un ottimo lavoro, un riscatto sociale, la speranza di vedere realizzati i suoi sogni.
Ma la realtà è crudele e le due amiche l'affrontano in modo diverso: dopo mesi di un lavoro sotto pagato come commesse, Sara non si fa più illusioni, mentre Giulia mantiene una visione ottimista e spera ancora in un cambiamento in positivo.
Dopo la morte della sua amica, Sara è distrutta dal dolore e annientata dal senso di colpa per essere sopravvissuta e non aver potuto salvare Giulia.
Oltre ai suoi vecchi problemi: la goffaggine e il disagio per un corpo che le è sempre sembrato troppo ingombrante, Sara, ora, deve anche combattere per far accettare la sua versione dei fatti, perché nessuno le crede, neppure gli amici che condivideva con Giulia.
Ma come accade sempre nella realtà, non tutto è come sembra.
Sara dovrà fare i conti con una cruda verità che finalmente le aprirà gli occhi e l'omicidio che sembrava un evento irreparabile può essere l’inizio del suo riscatto.
Riuscirà Sara a trovare la via per non perdersi definitivamente?

🔴 🔴 🔴

Recensione

Ho letto altri libri dell'autrice, quindi ero già preparata sia alla narrazione che alla struttura della storia.
Ma tutto ciò non mi ha portato a cogliere eventuali indizi per arrivare all'assassino 😞
La storia, come da trama, parla di Sara, una ragazza italiana trasferitati a Monaco, in Germania, per avere possibilità di lavoro che nel nostro paese erano pressappoco nulle.
Certo che il cosiddetto 'riscatto sociale' tarda ad arrivare perché, dopo mesi di lavoro pesante e sottopagato, la vita che fa è quella del classico emigrante che rimpiange casa e i proprio sogni perduti.
L'unica cosa che la fa desistere dal tornare in patria, è l'amica Giulia, simpatica, prorompente, dinamica, molto estrosa con i ragazzi, che finalmente ha la possibilità di ospitarla nel suo appartamento, per poter condividere anche l'alloggio oltre che il lavoro da commesse.
Ma questo idillio dura pochi giorni, perché in una sera come un'altra, Giulia viene assassinata davanti agli occhi dell'inerme Sara. A nulla valgono sia i suoi primi soccorsi, sia l'aver chiamato l'ambulanza, in quanto la ferita inferta alla ragazza è così profonda da farla perire in pochissimo tempo.
Il duo di detective intervenuti per indagare sul delitto, trovandosi davanti una ragazza delirante e in preda allo shock, anche scavando nella vita delle due giovani, sono sempre più convinti che sia stata Sara a eliminare l'amica, trovando conferma nelle parole di persone che erano loro 'amici' ma soprattutto rafforzando sospetti ed equivoci sparsi qua e là.
Sara si ritrova a vivere un'incubo, salvo mostrare la sua generosità d'animo e la sua grande forza in un banalissimo, quanto utile aiuto, che dona alla polizia di Monaco, nel suo momento più nero.
Ma tutto ciò la porterà a sentirsi in salvo? E il vuoto lasciato da Giulia, potrà essere colmato? E le tante, grandi bugie, dette da chi credeva amico, la porteranno ancora a credere nel genere umano?
Ebbene... non dirò nulla!
Come in ogni giallo che si rispetti, le tante briciole e indizi seminati dovranno essere raccolti da voi e arrivare all'assassino, al crudele ideatore di così tanta cattiveria che ha demolito la vita della povera ragazza in pochissimi, terribili secondi.
Posso solo dire che la narrazione è scorrevole, la trama fitta al punto giusto, i protagonisti molti divertenti, soprattutto Sara che con il suo modo di fare, la sua tenacia e la sua parlantina, riuscirà a deliziarvi e irritarvi insieme.
Se ne accorge persino il detective David che non sarà molto felice di come si metteranno le cose.
Non credo di potergli dare torto visto il quadro di incertezza in cui dovrà lavorare e alle tante trappole tese per condurre il mondo di Sara alla rovina.
Indagate, gente, indagate!

Buona lettura!

Valutazione ✽ ✽ ✽ ✽ ✽

Offerta speciale per 'Take Me' di Karen Morgan





Titolo: Take Me
Autrice: Karen Morgan
Genere: Contemporary romance
Editore: Self Publishing
Promozione a 0,99€ fino al 25 dicembre
Disponibile in Kindle Unlimited
Autoconclusivo: sì.
Non fa parte di una serie

TramaJane Bright ha avuto una vita difficile, è una prostituta e l’amore l’ha distrutta fino a ridurla in cenere. È una donna sola, delusa dai suoi affetti più cari e con la vita che continua a voltarle le spalle. Una sera incontra Joseph Welch, un uomo affascinante e irresistibile. Passano la notte insieme, finché lui non le propone una conoscenza più approfondita.

Joseph offre a Jane la possibilità di ricominciare e di diventare la Vivian Ward che sogna di essere.
Jane non sa chi sia Joseph Welch, mentre tutti i media e la gente altolocata lo conoscono bene.
Tra i due si instaura un rapporto passionale e magnetico. 
Lui le regalerà dei giorni bellissimi, che Jane faticherà a dimenticare quando arriverà il momento di doverlo fare.
Il passato di Jane tornerà a bussare alla sua porta, ma solo per procurarle altro dolore. Sarà così forte da affrontarlo o si lascerà sconfiggere di nuovo?
Joseph sarà l’Edward Lewis di Jane?
E cosa succederà alle loro vite quando la verità verrà fuori?

Il loro legame potrà diventare qualcosa di talmente forte da riuscire a superare le difficoltà? 

Buona lettura 

Cover Reveal per Rodion di Beatrice Simonetti

Cover reveal per l'ultimo nato in casa Delrai Edizioni!
Si tratta di 'Rodion' nato dalla penna di Beatrice Simonetti che debutta oggi con la sua bellissima cover.



Rodion
Beatrice Simonetti
Prezzo
3,99 ebook
16,50 cartaceo 
Data Pubblicazione: 5 Dicembre ebook 16 Dicembre cartaceo




Anteprima a Più Libri più Liberi, fiera della piccola e media editoria di Roma, dal 5 al 9 dicembre 2018.

Passate allo stand B70 per scoprire di più!
L'autrice sarà presente sabato 8 per il firmacopie, tutto il giorno



Sinossi
Tula, 4 settembre 1946. Rodion è un bambino di nazionalità russa che sopravvive a stento nella dura realtà dei campi di isterilimento nazista. La Germania ha vinto la Seconda Guerra Mondiale e, insieme ai suoi alleati, ha creato un regime fanatico e totalitario in tutto il mondo. Tredici anni dopo, Edmund è l'altra faccia della medaglia: un giovane tedesco vittima della folle propaganda nazista che cela oscuri retroscena, mascherandoli con nobili ideali, ai quali il ragazzo crede con assoluta fedeltà.
Il desiderio di difendere la patria si concretizza presto in una chiamata alle armi e lì la lotta di Edmund Heyder si tramuta gradualmente in un percorso di dubbi e incertezze sulla validità di un pensiero che uccide l’umanità. Famiglia, amicizia, rispetto di sé e del prossimo, patriottismo, dignità, orgoglio e amore gravitano attorno a lui e alla verità che un sovietico rimane pur sempre un essere umano.

Un romanzo senza alternative, né sconti, dove la crudeltà dell’uomo arriva a uccidere persino se stessa, in un crescendo di azioni e rivoluzioni. Non c’è vincitore dove c’è guerra e non c’è anima se a schiacciarla è l’idea che un uomo valga più di un altro, in ogni caso.


L'autrice



BIOGRAFIA
Beatrice Simonetti è nata a Loreto il 3 luglio 1994 e attualmente vive a Castelfidardo, nelle Marche. A prescindere dai suoi studi che l’hanno portata ad approfondire la passione per le culture e per le lingue occidentali e orientali, soprattutto russo e tedesco, ha sempre avuto un grande amore per la lettura, grazie alla sua famiglia. Le lettere l’hanno affascinata fin da bambina, per questo ha poi deciso di mettere su carta le sue storie, dando vita a nuove realtà con cui spera di coinvolgere chi come lei non può fare a meno dell’immaginazione. Rodion è il suo romanzo d’esordio e il primo per la Delrai Edizioni.







sabato 1 dicembre 2018

Review Party Van Helsing di Natascia Lucchetti

Eccoci giunti a una tappa molto intrigante per me e per tutti quelli che hanno amato questo personaggio sia libresco che cinematografico.
Chi è Abraham Van Helsing?
Nasce come personaggio nel romanzo di 'Dracula' di Bram Stoker, è un professore universitario olandese che dichiara guerra al vampiro e al vampirismo, in tutte le sue forme.
L'autrice, nella sua versione, ci porta alle origini di questo 'mito', presentandocelo agli esordi, quando era ancora un giovane medico.



Titolo dell'opera: Van Helsing: Blood never Lies
Autrice: Natascia Lucchetti
Editore: Delrai Edizioni
Genere: gotico/fantasy
Data uscita: 1 ottobre 2018
Disponibile in edizione Ebook e Cartacea


Trama

Questo non è un diario, né un racconto di atti eroici, di vittorie contro il Male. Questa è una confessione che il mondo non dovrà mai conoscere. Nessun uomo è nato cacciatore, nemmeno io, che sono ormai una leggenda. Ho preso la decisione di affidare i miei ricordi a questi fogli di carta. I capelli si sono ingrigiti e la pelle principia a raggrinzirsi. Le membra si sono fatte deboli e il respiro stanco. Inutile mentire: la nera signora si è alla fine appressata alla mia porta. Non sono poi tanto vecchio, ma stremato e rassegnato. Il mio cuore non è che una congerie di ferite profonde mai sanate, in attesa della Morte.
La vera storia dell’uomo che ha trasformato la sua vita in leggenda, la cui stessa esistenza era un’arma contro le Bestie: Abraham Van Helsing . L’essere umano deve conoscere il mondo per poterlo capire appieno ed è ciò che pensa il giovane Van Helsing nell’approcciarsi all’università e al suo futuro da medico, ma l’oscurità lo attende e non gli lascia tregua, incamminandolo per la via a lui destinata. È nelle ombre più fitte che l’incubo ha inizio, una verità inspiegabile da Abraham considerata inconcepibile: esiste il Male, esiste il Bene. Ogni tipo di creatura sovrannaturale vive tra gli uomini, con loro, e questi non ne hanno coscienza. Continuano le loro vite, schiavi della superstizione e dell’ignoranza. È impossibile concepire un futuro senza l’abisso delle tenebre e la lotta per la sopravvivenza ha inizio, perché chi uccide il male, assorbe il male. A condurre il braccio del cacciatore una sola verità, che domina persino il suo cuore: il sangue non mente mai.

Recensione
Quando si è già 'fan' di Dracula e Van Helsing, tutto ciò che ti aspetti da un libro è la rivisitazione del mito.
Ciò non accade questa volta.
Lo dico in apertura per togliere ogni dubbio a chi lo andrà a leggere ed eventualmente commentare, visto che non farò un riassunto della trama, bensì un'analisi del romanzo.
Di Van Helsing si è scritto tanto, si sono girati metri e metri di pellicola con la prestanza fisica di Hugh Jackman e la bellissima Kate Bekinsale, ma qui si torna alle origini, a conoscere quale personaggio fosse il giovane medico che si imbarcò seguendo il professor Carvill su quella nave che lo ha portato dall'Olanda alla fredda, buia e malata Inghilterra.
Il giovane discepolo ha lasciato la casa natia, con somma disapprovazione dei genitori, soprattutto il padre, per portare la sua arte medica a sostegno di gente malata, debellare il morbo che devasta giovani donne e le porta a compiere scempi su altri esseri umani.
Ma ciò che trova va oltre le sue conoscenze e la sua visione del mondo. Per un uomo abituato a credere nella scienza e nella razionalità, diventa difficile concepire che esistono altre esistenze, soprannaturali e inspiegabili, ma che soprattutto sono dominate dal male puro.

Il mostro si accaniva su esistenze invisibili e questo mi fece pensare a un dettaglio 
significativo del caso Ravenheart: non erano le sue vittime ad appartenere 
a quella categoria di persone, ma erano i soggetti 
impazziti a farne parte.

Lo scontro con una potente e intrigante vampira lo porta a un passo dalla morte e questo episodio lo convince a iniziare la sua crociata per eliminare tutto ciò che è impuro e di non umano.
E fino a questo punto credo che tutti conosciamo la storia e come si dirama.
Ciò che non sapete è il 'come' l'autrice ha svolto e trattato questa narrazione, che ha un'eleganza e una profondità che mi ha stupito. Sembra di essere di fronte a vecchi trattati polverosi, volumi raggrinziti dimenticati in qualche archivio sotterraneo, che nascondono segreti inconfessabili e previsioni funeree.
C'è una nota classicheggiante che accompagna tutto il libro, raccontato in prima persona dal giovane Abraham come fosse un diario, come fosse un ammonimento al lettore incauto che si prepara ad affrontarlo. Questa forma di scrittura trascina in una dimensione particolare, dove si è fagocitati dalla storia, dove si 'è' parte della storia, o forse dove 'si fa' la storia.
L'intimità, l'analisi dell'animo umano, la profondità con cui si scava alla ricerca di una risposta, fanno emergere elementi non previsti, cose abominevoli, risultati che si fa fatica ad accettare. Ma non si può fermare la ricerca, così ci si inabissa in sentieri bui, dove l'anima si perde, si trasforma, oppure muore.
Ci vuole coraggio ad affrontare il male, ma soprattutto ad accettare che dentro noi stessi ci sia una qualche forma di male che non si riesce ad estirpare.

Forse era una via che mai avrei dovuto intraprendere. 
Non ero ancora pronto ad abbandonare la mia umanità per conoscenza e vendetta.

Questo 'male', all'inizio appena percepito, diventa il protagonista delle pagine, diventa 'vivo' tanto da sentirselo addosso. Abraham sa di dover scegliere, ma sa anche di non potersi tirare indietro. Vi è troppo invischiato, ha perso tutto per inseguire un qualcosa che era un sogno ma che è diventato un incubo. Ha perso persone care, si è allontanato dalla sua famiglia e dalla sua promettente carriera, ha dovuto rinunciare al 'piccolo' Alphonse e sente di non riuscire più a raggiungere Susan.
Cosa ha da perdere a questo punto?


Non ci si tira indietro davanti ai sogni!
Vanno inseguiti anche se cambiano forma, anche se mutano aspetto, anche se non sono più tali.
La paura è un sentimento che non deve dominarlo, anzi deve fungere da spinta per affrontare ciò a cui non può sfuggire, ma soprattutto 'liberare' chi non è in grado di farlo.
Il giovane medico sparisce e nasce il mito del Cacciatore.
Siete pronti a conoscerlo?

Appare evidente che mi sono goduta questa lettura fino in fondo, preferendo il formato cartaceo che - come ci ha ampiamente già abituati la Delrai Edizioni - ha una grafica accattivante e atmosfere davvero gotiche.
Lo sfondo verde (speranza?) della cover si confonde con le note oscure e tetre dell'interno, dove un sangue nero e non più umano, imbratta le pagine, lo permea, lascia il suo sigillo.

Vi invito a scoprire questo piccolo capolavoro e vi lascio le date delle nuove tappe del Review Party.

Buona lettura

Valutazione: ✪ ✪ ✪ ✪ ✪




martedì 27 novembre 2018

Blog Tour 'In a Legend Disclosure' - Tappa approfondimento

Ho partecipato al RP del libro con una recensione, mentre oggi vi propongo un approfondimento su una parte del libro che ha suscitato il mio interesse.



Vi ricordo la trama

E se una semplice leggenda stravolgesse il tuo futuro?
Cresciamo educati e abituati ad una realtà poco piacevole con princìpi ben precisi, dove sogni e fantasia, col tempo, diventano sacrificabili.
Ma se fossimo noi a reprimere ciò che è realmente il nostro animo?
Se una forza straordinaria si nascondesse dentro ognuno di noi, in attesa di essere scoperta, usata... o sfruttata?
Josephine Seawater si ritiene una ragazza forte. I suoi amici, zia Lely e un carattere diffidente: ciò che si ritrova ad avere dalla morte di sua madre. Ma quando la sua realtà verrà inondata da bugie e le sue debolezze riemergeranno dagli abissi del passato, la sua vita vacillerà. Chi le starà vicino? A chi si aggrapperà stavolta?
Occhi travolgenti e mari in tempesta popolano i suoi sogni.
Mancanze, ostacoli e sentimenti metteranno a dura prova le sue scelte.
Invasa da problemi futili e da un padre, partito per lavoro, che si ripresenta nella sua vita, portando con sé un’assurda rivelazione, è del tutto ignara di come la sua vita cambierà da un incontro che lei ritiene casuale, demolendo tutto ciò in cui crede. E capirà che incubi e strane coincidenze sono solo l'inizio.
E se questi sogni potessero diventare realtà?



Approfondimento


In un libro del genere, gli spunti per approfondire sia la storia che i personaggi, sarebbero tanti. Considerato che è in produzione un nuovo capitolo della serie, per non fare molti spoiler o anticipare ciò che le autrici proporranno prossimamente, ho pensato di parlare dell'ambiente, soprattutto quello narrato nella seconda parte del volume.
Mi riferisco al cosiddetto 'campo di battaglia', ossia la città sotterranea in cui la protagonista si ritrova in seguito alla cattura da parte del suo antagonista.

Tutto il mio corpo trema e non so ancora quanto possa resistere. Le fitte alla testa si sono fatte più frequenti e temo di crollare e svenire da un momento all’altro. Strizzo gli occhi e mi impongo di restare lucida e contrastare questi dolori. 
Quando li riapro, la mia vista pare essere più nitida.
Ci troviamo in una specie di mondo sotterraneo, sembra un bosco proprio come quello in superficie, ma…no, proprio come il bosco dove ho già combattuto e ucciso… Siamo tornati nella mia prigione.
Di fronte a me si erge un'enorme casa, o quel che ne rimane: è vecchia e logora, e sembra essere costruita interamente in pietra grezza. Le fondamenta non sono di cemento, ma di grandi radici spesse e robuste e il tetto non c’è.
L’edificio continua in superficie.


Un mondo sotterraneo innesca sempre una certa curiosità, considerato tutti i film e i racconti che sono stati scritti o illustrati sul tema, a cominciare dalla città delle talpe in 'Mole Town', o 'Ember' la città della luce.
Notevole fascino rivestono alcune città in cui sono stati allestiti vari itinerari turistici, come la italiana 'Torino Magica', alla mitica Derinkuyu in Cappadocia, a Edinburgo, a Pechino e Cracovia e così via.
Parlando con le autrici, ho provato a indagare su quale fosse la loro idea quando hanno creato l'ambiente e l'immagine che mi hanno proposto mi ha lasciato quantomeno affascinata.


E' senza dubbio un luogo che ha del magico, che racchiude la magia della terra e il suo mondo rigoglioso. A un ambiente così lussureggiante, per creare l'abitabilità, sono state aggiunge delle lastre di marmo e percorsi illuminati da torce fiammeggianti.
Vi è una casa, quella della prigionia di Jos e Sam, vicina a un corso d'acqua, tipo un bacino artificiale, simile a una conca di acqua piovana, mentre il 'cielo' non è nient'altro che un groviglio di rami e radici, che creano una volta a sostenere la terra che costituisce la superficie.
Ciò è possibile grazie al potere della terra che tiene uniti i due ambienti, anche se separati.
Tutto intorno è una sconfinata distesa di parchi naturali e zone paludose, che rendono difficile anche la fuga, anche se, una volta superato i giardino, si può accedere al sentiero che porta in superficie, superando le spesse radici che fungono da fondamenta dello spesso edificio che continua in superficie.
Anche se in chiave fantasy, tutto ciò ricorda un po' le case canadesi delle estreme zone gelide verso l'Artide, dove sono state progettate case interrate per proteggere dal freddo polare.
Un ragnatela di gallerie che portano da un luogo all'altro, senza passare da territori inospitali permettono lo spostamento di merci e persone.
C'è da ricordare che Montreal, dispone di circa 30 km di gallerie, così come la città di Tokyo, su cui sarebbe bene riflettere per costruire una nuova storia molto originale.
Dove ci porteranno le creative autrici dopo questa tappa?
Troveremo il prolungamento di questo ambiente in una moderna città come questa:


o le storie proseguiranno - per chiarire molti misteri che circondano non solo i personaggi e il libro - in fantastici regni perduti come questo?


Non ci resta che attendere e continuare a sognare!

Vi lascio il link Amazon del libro



lunedì 26 novembre 2018

Review Tour per Sara Pratesi con 'Il buongiorno si vede dal marito'

Eccomi arrivata alla tappa per il RT di Sara Pratesi e il suo frizzante romanzo targato Darcy Edizioni




Titolo: Il buongiorno si vede dal marito
Autore: Sara Pratesi
Editore: Darcy Edizioni
Genere: Commedia romantica / chick lit
Pagine: 450
Edizione Ebook: € 2.99 - Cartaceo: € 16.00
Data uscita: 22 novembre

Trama

What happens in Vegas, stays in Vegas
Così è solito dire quando si parla della città degli eccessi e del gioco d’azzardo, Las Vegas.
Quel che succede a Las Vegas, tuttavia, non potrà restare confinato tra le strade calde del Nevada.
In fondo, quando un addio al celibato e un addio al nubilato hanno in comune Las Vegas potrebbe succedere di tutto. Persino per un milanese, dalle idee chiare e un lavoro facoltoso, ma itinerante, come Davide Mancini e una messicana piena di vita e credente come Belen Pilar Torres Jiménez.
Quando a Las Vegas le strade dei due mondi vanno in collisione, il destino metterà in scena una scoppiettante filiera di guai e imprevisti che renderà possibile tutto… persino svegliarsi con il marito sbagliato.

Una storia dai contorni ironici e catastrofici.



Recensione

Quando si parla di Las Vegas, qual è la prima cosa che viene in mente?
Tavoli verdi, roulette, soldi o debiti... e un matrimonio improvvisato con tanti guai!
Tale previsione è quanto di più azzeccato possa esserci per questo libro che si rivela sin dalle prime pagine, una lettura scoppiettante e ricca di eventi tragi-comici.
Belen (e tralascio gli altri suoi innumerevoli nomi) è una giovane donna messicana, brillante, emancipata quanto basta da vivere e studiare negli Stati Uniti, anche se racchiude in sé valori tradizionali come la fede, il rispetto delle tradizioni, il nubilato fino al matrimonio con il ragazzo a cui ha dato il suo primo bacio. Ha sognato sempre la dichiarazione al chiaro di luna, l'appuntamento in un posto da sogno, l'anello, i dettagli del vestito, ma quando sente Carlos pronunciare la fatidica frase, inginocchiato ai suoi piedi e che le porge l'anello della nonna davanti a una puzzolente trattoria, comincia a dubitare che ciò che voglia dalla vita sia proprio quello. Memore però dell'amore del ragazzo e della sua vita poco pretenziosa, accetta di diventare sua moglie e accantona ogni dubbio per amore del rispetto e delle tradizioni di famiglia. L'unica cosa che si concede è una tappa fuori città con le amiche per la festa di addio al nubilato a Las Vegas...
Come direbbe sua madre: 'se non vuoi che il diavolo ti tenti, non vai diretta nella sua tana'.
Ma Belen è una ragazza testarda e convinta delle sue idee: sa che ama Carlos, che è ciò che la vita le ha donato e nulla e nessuno potrà mai deviarla dal percorso che il destino ha tracciato per lei.
Parecchi chilometri più in là, precisamente in Italia, Davide ha deciso di concretizzare il suo amore per Camilla, la ragazza un po' superba e viziata con cui esce da qualche anno, organizzando la serata perfetta per dichiararsi, anche se il suo amico Tancredi cerca in ogni modo di convincerlo che passare tutta la vita accanto a una donna simile è come chiudersi in gabbia e buttare via la chiave.
Ma il giovane è uno di parola, sa che è la donna della sua vita, anche se patisce la sua mania di controllo e la superficialità con cui si approccia alla sua famiglia e tutto ciò che lo riguarda. In fondo la ama, sta bene con lei, hanno gli stessi gusti e quindi fare qualche sacrificio non lo disturba.
Anche per lui, che lavora diviso tra due continenti, il porto di arrivo per l'addio al celibato - naturalmente organizzato da Tancredi - è Las Vegas, luogo di divertimento e perdizione prima di 'mettere la testa a posto'.




Davide non crede che sia la scelta giusta, visto che è un uomo fedele, molto razionale, ma considerato che gli amici non gli permettono di sottrarsi al rito, decide di partire, lasciando una Camilla infuriata per tutta una serie di dettagli che riguardano il matrimonio, che proprio non quadrano: il colore delle tovaglie, delle candele, delle partecipazioni, dei fiori, etc.
Al solo pensiero di sottrarsi a tutto questo, pensa che andare a divertirsi un po' - o almeno a evadere dai capricci della futura consorte - non sia una cattiva idea.
Ora, cosa pensate possa capitare a una decina di giovani, letteralmente ubriachi, che si incrociano nella città della perdizione?
Sì, solo un banale e tradizionale matrimonio, davanti a un prete distratto, amiche urlanti, un vestito da vetrina del casinò, fedi di convenienza e... un risveglio brusco, ricco solo di mal di testa, ricordi mancanti, vestiti sparsi per una camera d'albergo in cui non si ricordano neanche di essere entrati.
Svegliarsi con la bocca impastata, l'alito pesante, il trucco sbavato, e trovarsi accanto un corpo statuario completamente nudo, crea una certa perplessità in Belen, come una serie di preservativi gettati alla rinfusa in un angolo e una domanda grande come un grattacielo: cosa è successo stanotte?
Inizia così questo scoppiettante romanzo, divertente, ricco di gag e di momenti romantici, di battute taglienti e risposte al vetriolo in messicano, che l'autrice ha saputo intrecciare con molta maestria.
Vi ritroverete in tante situazione, riderete, vi commuoverete, viaggerete in una serie di scene di vita quotidiana e di normalità in cui sarete coinvolti dalla storia di questi ragazzi, alle prese con bugie più grandi di loro.
Persino ammettere di provare qualcosa l'uno per l'altra sarà un insormontabile problema che li porterà a pensare che la soluzione migliore sia tornare alla solita vita e dimenticare che in una cappella piuttosto kitsch, con un vestito stazzonato e persino volgare, mentre pronunciavano: 'lo voglio' con la mente annebbiata dall'alcol e dall'adrenalina, forse per una volta nella vita, sono stati davvero se stessi e consci dei propri sentimenti.
Ho amato Belen nel suo essere battagliera, ma anche con dei valori, che cerca di trattenere il suo sogno proibito, ma allo stesso tempo di pensare al bene del ragazzo che per una notte ha fatto parte della sua esistenza, regalandole momenti belli da ricordare (o dimenticare?). Davide, per quanto razionale, è il classico 'bravo ragazzo', quello che tutte vorrebbero incontrare, ma che riesce a comprendere che nella vita occorre 'osare' se si vuole davvero essere felici.
Di contorno una famiglia scoppiettante, colorata sia nel linguaggio che nei modi di essere, una cornice paesaggistica da sogno, con un itinerario che copre due continenti.
Pronti per il viaggio? Allora,  buona lettura!

Valutazione: ✮ ✮ ✮ ✮




Segnalazione nuova uscita: Revolver di Aura Conte e Connie Furnari






REVOLVER Pasìon Rebelde 
di Aura Conte e Connie Furnari
Disponibile su Amazon/Kindle Unlimited: 
Numero di pagine (reali): 258
Prezzo: 0.99 Cents
Genere: Dark Romance
Romanzo autoconclusivo in volume unico

Trama: 

Due innamorati segnati dalle stelle, non possono sfuggire al loro destino. Antonio è un ribelle scapestrato, ansioso di vivere la sua vita, ma tormentato dal proprio passato: lui è l’unico figlio maschio di Rafael Guerrera, el Jaguar, l’uomo che ha conquistato Miami e ha costruito un impero, dopo la sua ascesa nel mondo della criminalità organizzata.
La fama del padre è un peso troppo grande da sopportare, soprattutto perché la lotta contro i Gonzales, nemici giurati del clan Guerrera, non è ancora finita.
Teresa Gonzales, bella e determinata, è un’anima dannata e perduta, decisa a vendicare la morte della madre, avvenuta sotto ai suoi occhi quando era soltanto una bambina, a opera del clan avversario.
L’incontro tra Antonio e Teresa è esplosivo, due anime ribelli destinate da sempre a incontrarsi. La passione sfocia in un turbine di amore, violenza e morte.
La loro, è una storia d’amore impossibile, ostacolata dall’odio fra le rispettive famiglie e dal loro passato, che entrambi non possono dimenticare.
Miami si tinge ancora una volta di eros e sangue.



REVOLVER Pasìon Rebelde è un Romance autoconclusivo, slegato dalla saga Pecador (scritta da Aura Conte e Connie Furnari a partire dall’Aprile 2017), e può essere letto come volume unico, anche senza aver seguito la serie principale.
È ispirato a Romeo e Giulietta, come Pecador, in chiave moderna, conservando comunque la passione e il romanticismo.
Il punto di vista di Teresa è descritto da Aura Conte.
Il punto di vista di Antonio è descritto da Connie Furnari.

PECADOR comprende:
– Pecador Flor de Cuba (Aprile 2017)
– Pecador Amor y Muerte (Marzo 2018)

Gli Spin Off (indipendenti dalla saga, volumi unici)

– JAGUAR (Maggio 2017)
– DAMAGED (Maggio 2017)
– REVOLVER Pasìon Rebelde (Novembre 2018)




Estratto (Antonio):
Stavamo provando le stesse emozioni, la stessa paura per il nostro futuro. Teresa mi voltò le spalle, sospirando con tristezza.
La raggiunsi e la feci voltare, tirandola a me. La baciai, senza darle neppure il tempo di reagire.
Appena le nostre bocche si incontrarono, accadde tutto in modo automatico, come se fossimo due fiamme destinate a ricongiungersi.
Era così che mi sentivo, ogni volta che ero assieme a lei: un fuoco incandescente, che crepitava. Non avrei rinunciato a quella sensazione per nessun motivo al mondo, per la prima volta mi sentivo vivo.
Me ne fregavo di chi fossimo, dell’odio fra le nostre famiglie, della vendetta, di tutto quel lercio mondo che ci circondava. Dell’Inferno in cui eravamo cresciuti.
Io la amavo, più della mia stessa vita. E glielo dovevo dire.
«Ti amo» le sussurrai, piano.
Le chiusi ancora una volta la bocca con un lungo bacio, facendole sentire che era mia, e che nulla avrebbe cambiato ciò che provavamo l’uno per l’altra.

Buona lettura!

Cover Reveal per Ester Ashton con 'Un amore Spezzato'



Ecco a voi la splendida cover del nuovo romanzo di Ester Ashton!
Il romanzo sarà in uscita il 15 dicembre.






TRAMA                         
                                    
La vita di John Turner, aitante marine dei S.E.A.L., viene drammaticamente sconvolta da un tragico evento. Da quel maledetto giorno di sei anni prima i sentimenti e le emozioni che lo tenevano in vita si sono irreparabilmente spente, gettandolo in un circolo distruttivo fatto di sesso anonimo e missioni al limite del pericolo. Quando il suo amico e collega, Logan Mitchell, lo spedisce in licenza forzata a Dallas, John è costretto a venire a patti con un passato fatto di dolorosi ricordi e un’insaziabile sete di vendetta.
Ed è proprio nella sua città natale che Max, suo fratello e capo di un’agenzia di sicurezza, lo invita a partecipare ad un caso di rapimento a cui stanno lavorando insieme a degli agenti dell’FBI.



Restìo ad avere contatti prolungati con la sua famiglia, dapprima rifiuta categoricamente, ma l’arrivo in scena di una sensitiva lo costringe a rimettere tutto in gioco.
Anya Summers ha un dono: riesce a percepire il passato, il presente e il futuro toccando  gli oggetti. Ed è proprio così che entra nella vita dei fratelli Turner, quando chiamata a mettere a disposizione le sue capacità extrasensoriali per rintracciare una donna scomparsa.


L’attrazione reciproca è indubbia, ma il cuore di John non è in grado di provare emozioni… o forse sì?
Tra passioni, vendette e inseguimenti all’ultimo respiro, la forza dell’amore ricucirà i frammenti di un cuore spezzato che aspetta solo di trovare la pace del perdono.




Curiosi? Anch'io 😄



Recensione per Doris J. Lorenz con 'Colpevole'

Uscito la scorsa estate, sono riuscita a leggerlo solo ora. Sapete come si dice per il buon vino? 'Attendere non fa che intensificare i...